Vivere Lazise anche in inverno

La bella cittadina di Lazise, assume in estate la caratteristica di località turistica, agevolata da una posizione invidiabile e dal suo ottimo clima, molto mite.

La grande quantità e soprattutto ottima qualità di strutture turistiche, accolgono al meglio i visitatori che, affezzionati a questi luoghi, ogni anno sono ansiosi di tornare a godere di queste bellezze e delle opportunità di divertimento che solo questa zona sa offrire.

Lazise affacciata sula Lago di Garda
Lazise affacciata sul Lago di Garda

Paradiso per i giovani e giovanissimi per via dei parchi di divertimento più conosciuti al mondo come Gardaland, Movieland, Caneva World e tutte le altre fantastiche attrazioni che si trovano qui a due passi, ma anche destinazione ormai d’obbligo di un turista anche maturo che qui trova angoli di tranquillità, ottime opportunità di degustazioni enogastronomiche e la possibilità di fare lunghissime passeggiate sia sul lungolago che nell’entroterra, composto da dolci colline ma anche di montagne degne di nota.

Il porticciolo di Lazise
Il porticciolo di Lazise

Per questi motivi è facile vivere Lazise anche in inverno, chi desidera fare escursioni e lunghe camminate lo potrà fare senza problemi di traffico che sono una costante per la Gardesana nei mesi caldi, forse proprio in inverno queste zone acquistano una dimensione più umana e si lasciano scoprire per alcune caratteristiche che in estate passano quasi inosservate.

Un altro dei vantaggi di venire a Lazise in inverno è quello dei prezzi molto più alla portata, si trovano infatti B&B e agriturismi, ma anche Hotel di grande qualità a prezzi molto convenienti rispetto al resto dell’anno.

Panorama dalla funivia del Monte Baldo
Panorama dalla funivia del Monte Baldo

D’altra parte le cose da vedere qui sono davvero tante, Lazise ha delle chiese molto belle da vedere, ad esempio quella dei Santi San Zeno e Martino, risalente all’anno 1.200, dedicata al Santo protettore della pesca e delle acque che è appunto S.Zeno.

Troviamo inoltre la chiesa di S.Nicolò da Bari, che fu venerato nel periodo medioevale in quanto protettore dei naviganti e delle scuole.

Anche negli immediati dintorni di Lazise troviamo itinerari degni di essere percorsi, la visita alle cittadine di Peschiera del Garda, di Bardolino, ma anche delle stesse frazioni di Colà, Pacengo e Castelnuovo del Garda.

Una menzione particolare la merita la zona del Monte Baldo, un massiccio che sovrasta il lago, esteso dalla provincia di Verona a quella di Trento, paradiso degli escursionisti che qui possono trovare specie floreali endemiche, sviluppatesi per merito del particolare microclima.

Immagini da Flickr su licenza Creative Commons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *